CORPORATE CAMPUS

 

Un campus di 20.000 mq ubicato all'esatto centro geografico dell’Italia (individuato dall'Autorità olandese Kadaster Dutch Land Measurement Authority) e dedicato alle aziende del gruppo vetrya, con aree verdi, un centro sportivo, spazi dedicati allo svago, work café, biblioteca, tech shop, mostre, cultura digitale e formazione universitaria, all'insegna dell'ecosostenibilità, ricerca e innovazione.

CONTATTO 

T: +39 0763 4801

E: info@vetrya.com

© 2018 Vetrya S.p.A. All rights reserved.

Partita IVA 09314691008

Privacy & Cookie Policy.

Orvieto

Argille plioceniche e tufo vulcanico

Orvieto è una cittadina di piccole dimensioni inserita in un paesaggio naturalistico incontaminato, di grande bellezza e antiche tradizioni.

Costruita a 315 metri sul livello del mare su un colle, formato da argille plioceniche e da tufo vulcanico parzialmente coperto da uno strato sottile di travertino. La Rupe, ben visibile dalla moderna autostrada, conserva ancora l’aspetto medievale suggestivo dei borghi dell’Italia di mezzo sui quali domina l'imponente Duomo.

Terra etrusca

L'antica Velzna

Orvieto fu una città di grande lustro e prestigio soprattutto in epoca etrusca quando, con il nome di Velzna, costitutiva il cuore della civiltà etrusca. Nel periodo etrusco la città ebbe, nell’arco di tre secoli, un notevole sviluppo economico e un incremento demografico che, nella composizione della popolazione, mostra l'apertura ad una città multietnica.

‚Äč

Sono diverse le aree archeologiche visitabili, tra queste lo scavo del Campo della Fiera i cui reperti sono stati esposti al Musée national d’histoire et d’art Luxembourg con la mostra “Le lieu céleste. Les Etrusques et leurs dieux. Le sanctuaire fédéral d’Orvieto” e il Museo Archeologico nazionale di Orvieto.

La meraviglia del Duomo

Il Sacro Corporale

Iniziato nel 1290, fu poi continuato da Lorenzo Maitani, al quale si deve in particolare la mirabile facciata con i suoi eccezionali bassorilievi.

All’interno vi lasceranno senza fiato gli affreschi nella Cappella di Luca Signorelli. Nel lato opposto il Reliquiario del Corporale, un celebre capolavoro d'oreficeria del senese Ugolino di Vieri, che custodisce il Corporale che nel 1263 si macchiò di sangue allorché un prete boemo, celebrando la Messa senza fede, spezzò l'ostia consacrata, da cui fuoriuscì il sangue.

Umbria: il centro gravitazionale d'Italia

Al centro d'Italia

Het Kadaster, l’autorità olandese per la misurazione del territorio (Dutch Land Measurement Authority), ha identificando ad Orvieto, a pochi passi dal nostro Campus, l’esatto centro gravitazionale d’Italia.

Tradizione e innovazione

Il futuro a portata di territorio

Certi che il futuro passa per l’innovazione tecnologica abbiamo deciso di dedicare parte dei profitti e del nostro tempo a supporto, a livello locale, di iniziative di sensibilizzazione all’uso responsabile e consapevole delle tecnologie nel rispetto dell’identità del territorio.